• Italiano
  • English
Deutsch
02-04-2021

Proroga Ecobonus: usufruire delle agevolazioni anche per il 2021

Proroga Ecobonus: usufruire delle agevolazioni anche per il 2021

L’Ecobonus previsto dal Decreto Rilancio include una serie di detrazioni fiscali per i contribuenti che effettuano interventi di riqualificazione energetica su immobili di loro proprietà.

La Legge di Bilancio 2021 ha disposto la proroga dell’Ecobonus, del Superbonus e di tutte le condizioni già previste per il 2020, come la suddivisione delle aliquote ed i limiti di spesa.

Le agevolazioni riguardano opere di efficientamento sostenute tra il 1° luglio 2020 ed il 30 giugno 2022 e mirano ad ottimizzare il rapporto tra immissione di energia, produzione e consumo, promuovendo soluzioni legate al risparmio in bolletta ed alla riduzione di gas nocivi per l’ambiente.

Aliquote: tassi ed interventi

L’aliquota più vantaggiosa, al 110%, è legata al Superbonus ed è destinata ad interventi quali l’installazione del cappotto termico, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con sistemi centralizzati per il riscaldamento ed altre opere “trainanti”.

Per usufruire delle agevolazioni è necessario che i lavori portino ad un miglioramento di almeno due classi dell’attestato di certificazione energetica.

Anche per la realizzazione di opere secondarie sono previsti incentivi e bonus.

In questo caso, le aliquote prevedono:

  1. Detrazione al 65% per il montaggio di caldaie a condensazione di efficienza (almeno pari alla classe A), di impianti di termoregolazione evoluti, oppure di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda;
  2. Riduzione del 50% per altre spese, come la sostituzione degli infissi o l’acquisizione di stufe a biomasse.

Spese: tempi di riaccredito ed importi massimi

Per il Superbonus, il Decreto prevede il rientro delle spese sostenute nell’arco di cinque anni, mentre per le opere minori il termine di restituzione è fissato a dieci anni.

L’importo massimo detraibile varia a seconda degli interventi effettuati: la sostituzione di impianti termici, ad esempio, prevede un tetto massimo di 30 mila euro. Per gli investimenti di involucro e impianti solari, invece, il totale ammonta a 60 mila.

News

Il Gruppo è sempre al passo con i cambiamenti del settore energia, comunicando con il suo brand AGN ENERGIA novità e informazioni utili a coloro che amano tenersi aggiornati e al passo con i tempi.  

Iscriviti alla nostra newsletter e segui le novità dedicate a tutti i settori dell’energia e dell’efficienza energetica.

Iscriviti
Liquid Gas Europe
Assogasliquidi Federchimica
Responsible Care
AIGET